mercoledì 30 luglio 2014

Problematiche del nazional-socialismo: la crisi socio-economica e la reazione tedesca


Problematiche del nazional-socialismo
Capitolo 2

La crisi del 1929 che colpisce l’economia americana, non lascia indifferente la situazione economica tedesca: impedisce di fatto il rifinanziamento dei vecchi prestiti, impedisce la continuazione di quello sviluppo economico che aveva visto adesso i suoi primi inizi.
Questo porterà in pochi anni la società tedesca a una crisi economica e sociale gravissima. Alcuni dati: i disoccupati passano nel giro di cinque anni da un 1,5 milioni a circa 6 milioni; oltre il 40% della classe lavorativa industriale di trova, nel 1933-34, disoccupata. Il paese si trova con vaste masse in ribellione per le condizioni materiali a cui sono costrette.

In questi anni è presente, negli elementi piccolo borghesi, ma anche nelle fasce militari e in gran parte delle imprenditorie industriali, un senso di insoddisfazione e di accuse profonde nei confronti della società e degli altri paesi industriali che avevano costretto la Germania, attraverso la pace di Versailles, a condizioni pesanti, tra cui far fronte alle spese di guerra, eliminare gran parte dell’esercito, smilitarizzare la Renania. Queste condizioni comprendevano anche l’atteggiamento di tipo imperialistico che la società francese e inglese adottava nei confronti della Germania, e quindi il tentativo di soffocare in un tunnel lo stato e l’economia tedesca.

La Germania reagì con uno spirito di rivalsa, di cancellazione dei trattati, di eliminazione, dallo spirito delle masse popolari, del senso di sconfitta e della ricerca immediata di un capro espiatorio, di un colpevole a cui addebitare le colpe della crisi attuale come conseguenza della sconfitta bellica.
Immediatamente il partito nazional-socialista individuerà in quella che verrà chiamata la “vena comunista e bolscevica” la causa della sconfitta. Ecco che, all’interno di tutte queste dinamiche in parte contradditore che confluiscono a determinare una situazione di instabilità, si fa strada questo nuovo fenomeno che assumerà ben presto l’organizzazione di un partito, il partito nazional-socialista.

TORNA ALL’INDICE                                                   CAPITOLO SUCCESSIVO

2 commenti:

  1. finalmente una storia ben descritta brava alfredo

    RispondiElimina
  2. Monica Cadoria puzza

    RispondiElimina